Da pochi giorni la catena “Taberna Volapié” ha aperto una nuova “casa” a Sevilla, nella calle Laraña, una delle strade per cui passo ogni giorno, nel centro della città. Ho visto quindi le fasi della ristrutturazione del locale e già a metà dei lavori qualche sbirciata lasciava intravvedere un ambiente interessante, di buon gusto, con elementi di arredamento che coniugano tradizione e modernità. Ieri sera ci sono entrata e dal primo momento è cresciuto quel senso di simpatia che già mi aveva preso in precedenza: merito dei camerieri cordialissimi, efficienti, veloci? Anche. Ci si sente bene, tra il tradizionale muro di ceramica, le lampade che richiamano quelle di una volta e la moderna “macchina” (non so come si chiama) che assicura la temperatura sottozero della birra alla spina. Infatti il motto del Volapié è appuntato col gesso su una lavagnetta (altro tocco caro alla memoria): “Servimos alegría y cerveza fría”.

Su una parete, alcune foto in bianco e nero di corride; logico, dato che il volapié è una delle mosse con cui il torero affronta il toro vis-a-vis. Sfogliando la carta, vedo scritto, sotto il nome del bar,  Jerez 1872; ho indagato sul sito web della Taberna per capire: la città è quella che ha visto nascere la catena, oggi presente in varie città spagnole (Albacete, Logroño, Córdoba, Málaga, Marbella, Ronda, Pozuelo de Alarcón. Murcia) e con progetti a medio termine di apertura all’estero (anche a Roma pare). Il 1872 invece è l’anno dell’inaugurazione di un treno urbano a Jerez chiamato Maquinilla Domecq; questo treno percorreva la città e si fermava anche nelle cantine, caricando il vino che poi portava alla stazione e da lì partiva per il capoluogo Cadice e per le altre città della Spagna; “oggi – dicono gli iniziatori del Volapié – continuiamo ad essere appassionati del vino di Jerez e, come la Maquinilla Domecq, vogliamo portare fino a voi i migliori vini della nostra amata terra”!

Davvero un concetto di ristorazione dal sapore gaditano, influenzato dalla tradizione jerezana, e che recupera le essenze delle tradizioni che hanno segnato questa terra: “Toro, Campo y Flamenco”.

Loading
Centrar mapa
Tráfico
En bicicleta
Tráfico
Google MapsCómo llegar