È proprio nel quartiere in cui abito, el Barrio de San Lorenzo, per cui quando torno a piedi dal lavoro ci passo davanti, generalmente alla sera. Eslava è sempre pieno, dentro e fuori, spesso c’è da fare la fila per il posto. Sicuramente è in un posto strategico, a due passi (letteralmente) dalla piazza del Gran Poder, uno dei luoghi molto cari ai sevillani. A me personalmente quella piazza, particolarmente di sera, ricorda Trastevere… Ma non è solo questione di posizione, Eslava si merita la fama che lo accompagna per l’eccellenza e l’originalità delle tapas; non per nulla nel 2010 ha vinto il primo premio di “Sevillaenbocadetodos” con Huevo a baja temperatura sobre bizcocho de boletus y trufa; e nel 2011 il secondo premio con Emulsión de queso con pan de tomate, anchoas y aceitunas verdes del Aljarafe, piatto quest’ultimo che ha permesso a Eslava di offrire una relazione nel corso del Forum Gastronomico di Santiago celebrato quest’anno.

Gastronomia seria in un ambiente informale, dicono nel sito web; la carta del menu de tapas merita un’occhiata attenta, e anche i dolci… “Las tapas en Sevilla también son dulces: Tarta de chocolate con esencia de naranja, Helado de queso viejo con dulce de nuestros membrillos…” Non vi viene l’acquolina in bocca?

Raccomando a tutti gli italiani (e sono molti!) che vengono a Sevilla di non perdersi Eslava; è facile da ricordare l’indirizzo, perché ha lo stesso nome, calle Eslava: al numero 3 il bar de tapas e al numero 5 il ristorante, ma la cucina è la stessa!

Loading
Centrar mapa
Tráfico
En bicicleta
Tráfico
Google MapsCómo llegar