Alla Vinería San Telmo a Sevilla te la portano al posto dei picos; la prima volta mi sono sgranocchiata un intero pacchetto prima che servissero quello che avevo ordinato. È un antico pane andaluso che non ha mai smesso di avere successo, anzi! Ad Alcalá de Guadaira (Sevilla), Córdoba o Jerez ci sono fornai impegnati a fare di questo pane un prodotto abituale di consumo.

Sulle navi che partivano da Siviglia verso il “nuovo mondo” c’era bisogno di cibo con sufficiente apporto calorico per l’equipaggio composto da uomini robusti; gli alimenti dovevano durare nel tempo e resistere all’umidità. La regañá costituì un ottimo modo di riempire gli stomaci.

È un pane irregolare, molto sottile, soprattutto nelle forme più grandi, consistente e duro; la superficie, ben tostata, è ricoperta di pinchazos (fori). Ci sono tante varietà di regañás: dalle più piccole della misura di un pico a quelle più grandi  della misura di una padella media. Ci sono con o senza sésamo, più dolci o più salate… Accompagnano benissimo qualunque piatto e, come ho detto, sono squisite anche da sole!

Loading
Centrar mapa
Tráfico
En bicicleta
Tráfico
Google MapsCómo llegar