Ogni paese vanta uno o più dolci tipici di Natale. Uno dei più amati, qui in Andalucía – anche se poi si è diffuso in tutta la Spagna e oltre – è il mantecado. Due città si contendono la paternità: Estepa e Antequera, vicine tra loro, la prima in provincia di Sevilla e la seconda in provincia di Málaga. L’origine del mantecado è fatta risalire al XVI secolo in cui abbondavano, in questa zona andalusa, i cereali e lo strutto (manteca de cerdo); sono però gli archivi storici del XVIII secolo che riportano le prime notizie dell’elaborazione delle “tortas de manteca”.

Tuttavia, è il 1870 a segnare un momento importante: una donna, di nome Filomena Micaela Ruiz Téller, nota col soprannome di “la Colchona”, diede una cospicua quantità di mantecados al marito – trasportatore che faceva la spola tra Estepa e Córdoba – perché li vendesse nei mercati delle città che attraversava. Fu l’inizio della commercializzazione del mantecado. Il successo di Micaela fu dovuto a un accorgimento semplice e ingegnoso: aveva seccato i mantecados! In questo modo avevano resistito al trasporto e si conservavano poi a lungo, mantenendo la stessa qualità come se fossero stati appena tolti dal fuoco.

Da lì in poi, la diffusione di questo dolce che, lo assicuro, si scioglie in bocca! Nel 1934 a Estepa circa 15 case si erano trasformate in piccole fabbriche di produzione di mantecados, inviando i loro prodotti sempre più lontano.

Attualmente la zona di produzione è molto ampia, tuttavia la città sevillana di Estepa continua ad essere il principale centro  produttore.

(fonte e foto: http://www.mantecado.es/index.php)

Loading
Centrar mapa
Tráfico
En bicicleta
Tráfico
Google MapsCómo llegar